La storia

Da sinistra: Enzo Sormani, Doriano Cuccurullo e Egidio Berno.

Inizio il Karate nel 1970 a Gallarate con il maestro Giuseppe Beghetto, persona squisita e grande maestro.

La passione č tanta anche se č un sacrificio andare ad allenarmi. All'epoca abitavo a Cerro Maggiore e quando c'erano i soldi andavo a Gallarate in treno, quando non c'erano in bicicletta.

Apre una palestra di Karate a Legnano. Seppur a malincuore, dopo circa un anno, "abbandono" il mio maestro. La palestra di Legnano č la "Yamato Damaschii" dove insegna Ennio Falsoni, grande maestro con un carisma eccezionale.Sotto la sua guida scopro l'aspetto "meno nobile" del karate: quello agonistico. Entro a far parte del Gruppo Agonisti e qui trovo due ragazzi che condividono appieno le mie vedute. Nasce un'amicizia naturale e spontanea che ancora oggi ci unisce: Enzo Sormani e Andrea Ferrario.

Andrea Ferrario č il precursore della nostra carriera Agonistica. Diventa il primo Campione Italiano della Societā nel Kumite (combattimento). Enzo Sormani eccelle invece nel Kata (forme) anche se "dice la sua" nel Kumite.

Io prediligo il Kumite e aspetto. So che arriverā il mio momento. E il momento arriva. Qualificazione sociale di Kumite. I primi tre partecipano alla Coppa del Mondo Sankukai che si terrā nel giungno 1976 a Nizza. Vinco il torneo nella mia categoria, 60 kg; Si qualificano anche Sormani e Ferrario: andiamo a Nizza!

Mi classifico al primo posto, Andrea al terzo, Enzo č secondo nel Kata.

Sempre nel 1976 noi tre vinciamo il campionato italiano di Kata a squadre con un magistrale Chinte.

Vinco il campionato interstile al Palalido di Milano; secondo Sormani Enzo.

Vinco gli italiani a Viareggio.

Nel 1977 vinco il campionato italiano Cinture Nere, terzo Ferrario Andrea.

Siamo all'apice della carriera, ma... c'č un "ma". In noi comincia a nascere la voglia di avere una nostra palestra. Siamo vicini alla realizzazione del nostro progetto quando lo vengono a sapere in societā. Non vogliono sentire le nostre ragioni, non ci lasciano nemmeno giustificare e il verdetto č: espulsione immediata. Siamo diventati dei concorrenti, dal punto di vista sportivo e anche economico, secondo noi l'aspetto economico era senza dubbio quello che pių li infastidiva. Io e Enzo ce ne andiamo, purtroppo per disguidi Andrea non ci segue. Lasciamo la FIAM (fed. italiana arti marziali) e decidiamo di entrare nella FIKDA (fed. italiana Karate e discipline associate), federazione riconosciuta dal CONI. Davanti alla commissione presieduta dai maestri Shirai, De Michelis e Fugazza ci viene riconosciuto il grado. E' fatta.

9 gennaio 1979

SOrmani Enzo, CUccurullo Doriano e Berno Egidio (presidente) fondano la SO.CU. Karate Legnano.  Varchiamo per la prima volta la soglia della palestra Toscanini. Non siamo soli, con noi ci sono 60 allievi che io e Enzo allenavamo nelle vecchia societā. Venuti a conoscienza della nostra "espulsione", senza alcuna forzatura da parte nostra, ci hanno seguito. Nasce il gruppo agonisti della SO.CU. Karate.

Febbraio 1983. Selez. Reg. Coppa Italia Kumite: si qualificano per la finale di Pisa due cinture blu: Panizzi Carlo nei 70 kg juniores e Donadini Graziano nei 75 kg seniores.

Maggio 1983. Selez. Reg. Campionato Italiano juniores. Si qualifica per la finale di Firenze Panizzi Carlo.

Aprile 1984. Coppa Lombardia a Codogno. Primo classificato Panizzi Carlo (consegue il grado cint nera 1° dan). Secondo classificato Mellere Lamberto nei 60 kg. Selezione reg. campionato italiano seniores: si qualifica per la finale di Parma Giannuzzi Antonio nei 60 kg.

Maggio 1985. coppa Lombardia di Cinisello Balsamo. Primo classificato Giannuzzi Antonio (consegue il grado cint. nera 1° dan).

Aprile 1986. Campionato lombardo Treviglio. Primo classificato Giannuzzi Antonio: si qualifica per la finale campionato italiano seniores a Firenze. Terzo classificato Mellere Lamberto.

Maggio 1987. Campionato italiano cinture marroni  Firenze. Prima classificata Caraglia Elisabetta nei 60 kg juniores  Primo classificato Rimoldi Eugenio nei 75 kg   seniores  (entrambi conseguono il grado cint. nera 1° dan).  Campionato lombardo  Cesano Boscone. Primo classificato  Brancato Giovanni nei 65 kg seniores  (consegue il grado cint. nera 1° dan e si qualifica per la finale a Palermo).

Oggi, Panizzi Carlo e Giannuzzi Antonio che fanno parte della SO.CU. karate al pari di Cuccurullo Doriano, stanno rigenerando il "serbatoio degli agonisti (si sā, tutto ha un inizio, tutto ha una fine) per riportare in alto la SO.CU karate in campo agonistico. E come ho detto verso l'inizio: io aspetto, so che arriverā il momento.

                                   Doriano Cuccurullo